Mosquito adotta un “petit jardin”. Nell’ambito più ampio del Cantiere Sociale BiSmart, l’associazione di promozione sociale Mosquito sostiene il percorso di integrazione e di  riqualificazione urbana del verde  all’interno dell’orto sociale creato nello spazio outdoor dell’Istituto di Istruzione Secondaria di Secondo Grado “Sergio Cosmai” di Bisceglie. Lo fa adottando un’aiuola per la coltivazione di spezie e piante aromatiche donate dal vivaio TL Piante: lavanda, rosmarino, menta e alloro coltivati in un piccolo giardino, da qui il nome in francese “petit jardin”.

L’iniziativa rientra all’interno del progetto “Io lavoro to push up Talents”, vincitore del bando ANCI “Comunemente giovani”. L’orto sociale è il risultato del percorso formativo in agricoltura sociale del cantiere GrInLAB – Green & Innovation coordinato dall’Associazione Futuro Anteriore in collaborazione con il GAL Ponte Lama. 

Con questo gesto l’APS Mosquito intende dare seguito a quello che è il lavoro di rete sui temi della integrazione sociale avviato con la tavola rotonda organizzata in occasione della mostra A Polaroid for Refugee. Di fatto, a prendersi cura dell’aiuola adottata, saranno i giovani migranti del Centro di Prima Accoglienza di Piazza Castello, a Bisceglie.

L’intervento di adozione è un primo passo di sensibilizzazione a quelle tematiche di cui Mosquito intende occuparsi e farsi portavoce: sviluppo sostenibile, mobilità, integrazione, innovazione e comunicazione sociale. Temi che ritroveremo nel più ampio progetto di rigenerazione urbana dal basso “Città Giardino“, che a breve aprirà le sue porte.

« 1 di 40 »

 

 

“Petit Jardin” – Mosquito sostiene il cantiere BiSmart